ZTL Calavino

di Giovedì, 27 Settembre 2018
Immagine decorativa

A partire da lunedì 1 ottobre 2018 verrà istituita una zona a traffico limitato a protezione dell’area di rilevanza urbanistica per migliorare la viabilità a Calavino.

L’area delimitata come zona a traffico limitato temporaneo con prescrizione per l’ingresso negli orari 7.30-21.00 riguarderà le seguenti Vie e Piazze:

Contrada Mons. Gentilini, Piazza Roma, Via Rampina e Via Pellegrini (quest’ultima nel tratto compreso tra il civico n. 2 e il n. 8): saranno autorizzati all’ingresso i residenti in possesso di tagliando rilasciato dall’amministrazione comunale.

Per esigenze temporanee è possibile ottenere un’autorizzazione provvisoria; i moduli per presentare la richiesta sono rinvenibili sul sito del Comune di Madruzzo – sez. polizia locale: alla domanda va allegata copia del documento di riconoscimento e libretto di circolazione del veicolo.

 

Si portano all’attenzione della popolazione i seguenti provvedimenti di modifica della viabilità:

  • l’istituzione di senso unico su Contrada Monsignor Gentilini, eccetto autorizzati residenti nella medesima via, con ingresso consentito esclusivamente da Piazza Cardinal Cristoforo Madruzzo dalla S.P. 84 e divieto di transito ai veicoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a t. 3,5
  • l’istituzione di divieto di sosta 0-24 su tutta Piazza Roma;
  • il ripristino del senso unico su Via dei Filatoi che consentirà l’uscita verso sud sulla SP84 e il conseguente senso vietato in direzione Via Pedrini.

Nell’orario 21.00 -7.30 sarà consentito l’ingresso alla zona traffico limitato a tutti i veicoli.

Sono esentati dall’osservanza dei divieti e delle limitazioni relativi alla circolazione, nel rispetto delle regole di comune prudenza e diligenza, i conducenti di:

  • veicoli adibiti a servizi di polizia, antincendio e soccorso;
  • ambulanze e veicoli assimilati adibiti al trasporto di plasma e di organi, nell’espletamento dei servizi d’istituto;
  • personale medico e paramedico in servizio preso la Guardia Medica;
  • veicoli in dotazione all’Amministrazione Comunale, chiaramente identificabili come tali;
  • veicoli adibiti all’espletamento di servizi di trasporto di pubblica utilità;
  • veicoli al servizio delle persone disabili, ai sensi dell’art. 11 del D.P.R. 24.07.1996, n. 503, esponenti apposito contrassegno;
  • veicoli a trazione animale e velocipedi.
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam